HOME

                                                                       
                                                                                                           
                                   5 Torneo Finale 1-2 Posto
 

"Torneo Audace Befana 2016": finale per il terzo e il quarto posto

Floria 2000 - Audace Legnaia 0-1


Floria 2000: Vaccaro, Catani, Sancasciani, Falai, Grollo, Baroni, Ciabatti, Ronconi, Miyazaki, Seri, Borselli.
Entrati: Chellini, Meja, Saponaro, Tucci, Liverani, Soleri, Volpi.
Allenatore: Gianni Pagani.
Audace Legnaia: Ridolfi, Gentile, Rossi, Salinco, Cellai, Farcas Florin, Lembo, Falahen, Giudici, Ciccarone, Manetti.
Entrati: Acciai.
Allenatore: Paolo Incardona.
Arbitro: Sig. Dragotta di Firenze
Marcatori: Ciccarone (AL) 16'pt
L'Audace Legnaia si aggiudica il terzo posto nella manifestazione da lei organizzata in occasione dell'Epifania, grazie ad un bel goal di Ciccarone messo a segno al 16' del primo tempo che condanna i ragazzi di Mister Pagani alla medaglia di legno. Tra l'altro, grazie a questa vittoria, i gialloblù si prendono anche la rivincita dell'1-2 inflitto loro dalla compagine di Bellariva nella gara di apertura del torneo. Al fischio d'inizio è il Legnaia a dettare legge, lasciando pochi spazi alla Floria, pur se è di stampo biancoblù la prima azione degna di nota: siamo infatti al 2' quando Miyazaki, dopo aver intercettato un passaggio di Rossi, imbecca Borselli sulla destra; il numero 31 va alla conclusione, Ridolfi respinge, ma sulla ribattuta è Farcas Florin a salvare la propria porta allontanando dallo specchio il pallone calciato dallo stesso Miyazaki. Gli audacini si fanno vivi per la prima volta al 6', con un'innocua battuta di Ciccarone facilmente fermata da Vaccaro. All'8' il team di Incardona si rende molto più pericoloso, Lembo lascia partire un tiro-cross rasoterra sul quale Manetti, in scivolata, interviene con un attimo di ritardo. Al 16' il Legnaia mette a segno il sigillo della vittoria: Ciccarone è abile a rifinire un'azione sviluppatasi sulla destra lasciando partire una botta che si insacca alle spalle di Vaccaro dopo aver colpito la traversa. I padroni di casa prendono più coraggio e tre minuti dopo ci vogliono i piedi dell'estremo difensore biancoblù per sventare un tiro di Lembo, precedentemente servito da capitan Falahen. È proprio Falahen che potrebbe siglare il lo 0-2 al 25', ma sotto porta, su un corner dalla sinistra calciato da Ciccarone, non è lucido e mette sul fondo. Al rientro in campo i ruoli si invertono, la Floria passa al comando della contesa mentre il Legnaia agisce per lo più di rimessa e si mette poco in evidenza dalle parti di Chellini. Passa appena un giro di orologio quando Liverani, dal limite dell'area, trova l'opposizione in fallo laterale di un avversario. Al 2', su un tiro dalla bandierina dalla destra, Miyazaki controlla e va a rete ma Ridolfi risponde presente. Al 5' Catani va vicino al bersaglio con una punizione dalla distanza; forse il portiere di casa tocca, ma per il Sig. Dragotta è rinvio dal fondo. 4' più tardi si sviluppa l'asse Tucci-Saponaro-Catani, il quale si presenta davanti a Ridolfi ma non trova la porta per l'ottima parata in due tempi del portiere gialloblù. Al 12' Falahen deposita alle spalle di Chellini l'ennesimo corner di Ciccarone al termine di un batti e ribatti; il direttore di gara, però, annulla la marcatura ravvisando un fallo in attacco a sfavore del Legnaia. Al 19' Ridolfi non è chiamato agli straordinari sul velleitario tiro di Sancasciani da fuori area. Sulla ripartenza Manetti appare inarrestabile superando diversi avversari con una velenosa incursione, ma il tiro non eguaglia la bellezza dell'azione e diviene facile preda di Chellini. Dopo un paio di minuti oltre il tempo regolamentare, l'arbitro pone fine al match, decretando il successo dell'Audace che così si piazza sul gradino più basso del podio.
Riccardo Palchetti